Come migliorare le nostre capacità cognitive e ridurre il decorso di patologie invalidanti quali l’Alzheimer ed il Parkinson?

Come migliorare le nostre capacità cognitive e ridurre il decorso di patologie invalidanti quali l'Alzheimer ed il Parkinson?

 

 

 

Sembrano incoraggianti gli effetti benefici del movimento sui circuiti neuronali compromessi e mal funzionanti.

Recenti studi dimostrano come sia l’attività fisica aerobica che quella di resistenza migliorino le nostre capacità cognitive e come l’unione delle due tipologie di movimento dia luogo a risultati più efficaci e duraturi sul funzionamento della mente, in particolare sulla plasticità cerebrale, sul volume della sostanza cerebrale (bianca e grigia) e sulle connessioni neuronali.

I meccanismi neurobiologici sottostanti gli straordinari effetti dell’attività fisica sul cervello sembrerebbero dipendere da:

  • Un’aumentata attività cardiaca che favorisce la circolazione sanguigna all’interno del sistema nervoso;
  • Un processo di neurogenesi, ovvero la formazione di nuove cellule nervose da cellule staminali neurali;
  • La riduzione dello stato infiammatorio cerebrale, grazie ad un aumento di citochine antinfiammatorie (questo avviene nel caso di un’attività fisica moderata, al contrario dell’attività fisica più intensa che può avere invece un effetto negativo sul sistema immunitario).

Numerosi studi confermano il miglioramento delle capacità cognitive in pazienti affetti da gravi patologie del sistema nervoso (Alzheimer, Parkinson, Depressione Maggiore, Sclerosi Multipla, Ictus) grazie a specifici programmi di riabilitazione motoria. È stato inoltre dimostrato che l’attività motoria, oltre che curare, può contribuire a rallentare il decorso di queste patologie migliorando l’umore, l’autostima, l’ansia e la qualità del sonno. Questi miglioramenti sono riscontrabili anche in persone sane che praticano con regolarità un’attività fisica.

Uno stile di vita attivo si mostra quindi un fattore determinante per il nostro benessere fisico e mentale.

 

Dott.ssa Mary Calabria

Medico-Chirurgo

 

Bibliografia

Sommer I.E., Kahn R.S. 2015, The Magic of Movement; the Potential of Exercise to Improve Cognition, Schizophrenia Bulletin vol. 41 no. 4 pp. 776–778