L’ Hoarding (letteralmente “Collezionismo Compulsivo”) è un disturbo caratterizzato principalmente dalla tendenza a non riuscire a disfarsi dei propri oggetti anche se inutili e privi di valore.

L’ Hoarding (letteralmente “Collezionismo Compulsivo”) è un disturbo caratterizzato principalmente dalla tendenza a non riuscire a disfarsi dei propri oggetti anche se inutili e privi di valore.
Secondo il Modello Cognitivo-Comportamentale proposto da Frost il Collezionismo deriverebbe da specifici deficit cognitivi che riguardano :

  • processi di elaborazione dell’informazione

  • credenze relative all’attaccamento affettivo verso gli oggetti

  • comportamenti di evitamento e disagio emotivo

Gli hoarders, a differenza di altri soggetti con altri disturbi, hanno maggiori difficoltà nei compiti di attenzione (soprattutto focalizzata), di memoria e di classificazione; motivo per cui si distraggono molto facilmente durante il trattamento psicoterapeutico.
Il forte attaccamento affettivo è associato alla credenza che gli oggetti posseduti siano indispensabili per non dimenticare importanti eventi di vita.
Ogni qualvolta ci si trova davanti ad un oggetto si assiste al forte bisogno di conservarlo in modo tale da evitare quel senso di malessere psicologico che ne deriverebbe qualora ciò non fosse possibile.
Per quanto riguarda il trattamento si è visto che i farmaci inibitori della ricaptazione della serotonina e la psicoterapia Cognitivo-Comportamentale, pur rivelandosi efficaci in soggetti con Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC) che non presentano sintomi di Hoarding, non si sono rivelati altrettanto efficaci negli hoarders proprio a causa dei deficit cognitivi che in questi soggetti sono più marcati.
Tuttavia, poiché gli hoarders hanno una scarsa consapevolezza della propria situazione che implica una bassa motivazione a farsi aiutare, alcuni specifici trattamenti cognitivo-comportamentali ( come ad esempio, le tecniche di Miller e Rollinick ) si sono rivelati efficaci in quanto si focalizzano soprattutto sull’aspetto motivazionale.
Tutt’altro che chiara è la sua possibile collocazione nosografica.
Tra i disturbi maggiormente associati all’Hoarding troviamo il DOC e il Disturbo del Controllo degli Impulsi (DCI) in quanto pur condividendo con il DCI la natura egosintonica ( a differenza del DOC ), dal punto di vista neurobiologico, se ne differenzia: se soggetti con DCI presentano lesioni frontali a livello ventromediale, gli hoarders e soggetti con DOC presentano lesioni a livello orbitofrontale.
Poiché le ossessioni e le compulsioni del DOC sono meccanismi strettamente interconnessi ma separati e poiché diversi ricercatori sono giunti alla conclusione che il DOC è un ampio spettro che racchiude diversi suoi sottotipi, l’Hoarding potrebbe essere collocato all’interno della sotto-categoria “lentezza ossessiva primaria” proposta da Rasmussen ed Eisen in quanto l’ Hoarding, più che essere caratterizzato dalla presenza di compulsioni aventi lo scopo di inibire pensieri sentiti come invadenti, è caratterizzato da un ‘ estrema insicurezza e indecisione.


Bibliografia:

American Psychiatric Association ( 2000 ). Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders, 4th edition, Text Revision ( DSM-IV-TR ).Washington

Baer, L. ( 1994 ). Factor analysis of symptom subtypes of obsessive–compulsive disorder and their relation to personality and tic disorders. Journal of Clinical Psychiatry, 55, 18-23.

Black, D. W., Monahan, P., Gable, J., Blum, N., Clancy, G., Baker, P. ( 1998 ). Hoarding and treatment response in 38 nondepressed subjects with obsessive compulsive disorder. Journal of Clinical Psychiatry, 59, 420-425.

Bechara A., Tranel D., Damasio H. ( 2000 ). Characterization of the decision-making deficit of patients with ventromedial prefrontal cortex lesions. Brain, 123, 2189-2202.

Christensen, D.D., Greist, J.H. ( 2001 ). The challenge of obsessive-compulsive disorder hoarding. Primary Psychiatry, 8, 79-86.

Frost, R. O., Steketee, G., Wincze, J., Greene, K., Douglass, H. ( 2000 ). Group and individual treatment of compulsive hoarding: A pilot study. Behavioural and Cognitive Psychotherapy, 28, 259-268.

Frost, R.O., Steketee, G., Youngren, V. R., Mallya, G. K. ( 1999 ). The threat of the housing inspector: A case of hoarding. Harvard Review of Psychiatry, 6, 270 - 278.

Frost, R.O., Steketee, G. ( 1998 ). Hoarding: Clinical aspects and treatment strategies. In M. A. Jenike, L. Baer, W. E. Minichiello (Eds.), Obsessive–compulsive disorder, Practical management. St. Louis, MO, Mosby Yearbook Medical.

Leckman J.F. ( 1997 ). Symptoms of ossessive-compulsive disorder. Am J Psichiatry, 154, 911-917.

Mataix-Cols D., Marks I.M., Greist J.H., Kobak K.A., Baer L. ( 2002 ). Obsessive-compulsive symptom dimensions as predictors of compliance with and response to behaviour therapy: results from a controlled trial. Psychother Psychosom,71, 255–262.

Mataix-Cols, D., Rauch, S. L., Manzo, P. A., Jenike, M. A., Baer, L. ( 1999 ). Use of factor-analyzed symptom dimensions to predict outcome with serotonin reuptake inhibitors and placebo in the treatment of obsessive-compulsive disorder. American Journal of Psychiatry, 156, 1409–1416

Mataix-Cols, D., Junque, C., Sanchez-Turet, M., Vallejo, J., Verger, K., Barrios, M. ( 1999 ). Neuropsychological functioning in a subclinical obsessive-compulsive sample. Biol. Psichiatry, 45, 898-904.

McElroy, S. L., Keck, P. E., Phillips, K. A. (1995). Kleptomania, compulsive buying, and binge-eating disorder. Journal of Clinical Psychiatry, 56, 14-26.

Miller, W. R., Rollnick, S. ( 2002 ). Motivational Interviewing: Preparing people for change (2nd ed.). Guilford Press, New York.

Rasmussen S.A., Eisen J.L. ( 1990 ).Epidemiology and clinical features of obsessive-compulsive disorder. In: Jenike M.A., Baer R., Minichiello W.E. (Eds) Obsessive-compulsive disorder: theory and management. 2nd Edition. Year Book Medical Publishing, Chicago, 10-27.

Rauch, S.L., Jenike, M.A., Alpert, N.M., Baer, L., Breiter, H.C., Savage, et al.

( 1994 ). Regional cerebral blood flow measured during symptom provocation in obsessive-compulsive disorder using oxygen 15-labeled carbon dioxide and positron emission tomography. Arch. Gen. Psychiatry, 51, 62-70.

Saxena, S., Brody, A.L., Schwaertz, J.M., Baxter, L.R. ( 1998 ). Neuroimaging and frontal-subcortical circuitry in obsessive-compulsive disorder. Br. J. Psychiatry Suppl., 35, 26-37

Winsberg, M. E., Cassic, K. S., Korran, L. M. ( 1999 ). Hoarding in obsessive–compulsive disorder: A report of 20 cases. Journal of Clinical Psychiatry, 60, 591–597.

                      Dott.ssa Tiziana Davola