parte VI

 ANGELO, 27 anni (A)


Intervistatore ( I ): dott. Massimo Guido

 

 

I: tornando al rapporto con sua madre può definirlo con qualche aggettivo?

A: rapporto...(sospira) che rapporto non c'ho avuto rapporto...con mia madre non c'è stato rapporto...che rapporto doveva esserci...'ho preparato le lasagne ho preparato la parmigiana t'è piaciuta?' da bambino...da grande il rapporto è diventato...

I: nell'infanzia

A: nell'infanzia...si...scherzavamo giocavamo...lei lei era l'unica che mi menava no mi menava ma io ridevo pensa un po' lei quando mi menava lei io ridevo...no che mi menava non è che mi ammazzava di botte però qualche schiaffo me lo dava invece mio padre non m'ha mai toccato neanche con un dito...

I: può definirlo con qualche aggettivo o parola questo rapporto con sua madre nell'infanzia?

A: buono io posso dire buono perchè io con mia madre mi sono trovato abbastanza bene perchè io a mia madre ho sempre detto tutto tutto quanto anche la prima volta che ho fatto l'amore con una donna...gliel'ho detto a mia madre...però questo rapporto buono mi porta poi dopo che io le dico tutto e lei mi rinfaccia tutto...tutto quanto...lei mi rinfaccia il fatto che se non c'ero io hai capito lei avrebbe vissuto come regina se io...non mi sarei drogato a quest'ora potevo stare all'università mi dice per esempio che ne so...ecco vedi che ne so tuo fratello hai capito...adesso ha un lavoro hai capito come...c'ha i figli...te sei l'unico mi fa sti discorsi così capito...che a me mi mandano in crisi mi mandano...sa quante volte so uscito di casa e ho vissuto per mesi fuori casa a casa di amici...perchè non gliela facevo più mi rinfacciava ste cose...io adesso che torno a casa lei mi dice 'sei stato dalla dottoressa che t'ha detto come stai' lei è capace di telefonarle per dire guardi che Angelo oggi ha sbattuto il piatto così...

I: e nell'infanzia?

A: ah nell'infanzia...no nell'infanzia no io mi ricordo che aspettavo mia madre come il pane l'aspettavo che quando dovevamo andare a mare nell'estate...

I: ricorda qualche episodio in particolare?

A: ...dell'infanzia...si...che mi riferì che mio padre doveva morì...non è che c'ha un fazzoletto?

I: mi dispiace non ce l'ho

A: vabbè non fa niente non si preoccupi...(sospira)... mi disse solo questo mi disse 'guarda papà sta male' e pensi una cosa che mia madre pensava di prende in giro mio padre eh...quella era la cosa assurda...mio padre lo sapeva già che doveva morì perchè mica era stupido...quando ha visto il cobalto...la cura al cobalto e ha visto quel bozzo che c'aveva qua...mia madre gli diceva stupidaggini hai capito e lui fino all'ultimo gliel'ha fatta credere...bè lasciamo perdere va...

 

                             BIBLIOGRAFIA


Main M., Goldwyn R. (1994) Adult Attachment scoring and classification systems, University of California Press, Berkeley.

 

 

 


                                Massimo Guido 
                          Medico Psichiatra Az. U.S. L. Roma F
                     Psicologo Clinico
                     Psicoanalista S.P.I. e I.P.A.

 

© 2013